news dal mondo Ricoh

Per il quarto trimestre consecutivo è aumentata  la vendita di di stampanti di grande formato (LFP).la crescita è stata del 5,3% pari a 77.000 unita. I marchi con maggiori vendite sono Ha, Epson e Canon

Per il secondo trimestre consecutivo, i primi tre mercati regionali – Europa occidentale, USA e Asia / Pacifico (Giappone escluso) – hanno registrato una crescita rispettivamente del 11,1 per cento, del 6,2% e del 3,7%.

Nel dettaglio, HP è rimasto il leader mondiale con oltre 30.700 unità vendute e una quota di mercato del 39,9%. Si registra un incremento anno su anno del 7,4%, aiutato dai guadagni positivi nei segmenti tecnici e grafici, che è cresciuto rispettivamente del 5,7%  e il 18%.

Al secondo posto nel mercato LFP c’era Canon, con oltre 17.000 unità vendute e una quota di mercato del 22,6%.  La società è cresciuta del 5,8% anno su anno, guidato da guadagni in entrambi i segmenti tecniche e grafiche del 3,5% e 13,5% rispettivamente.

Rafforzando la propria posizione al terzo posto c’ è Epson, che ha visto la crescita maggiore, 12% anno su anno, con più di 15.200 unità. L’OEM inoltre ha incrementato la propria quota di mercato di più di un punto rispetto a un anno fa raggiungendo il 19,8%.

Al quarto e quinto posto troviamo Roland e Ricoh, entrambi i quali hanno visto rispettivamente un calo del 2,9% e 11,7%. Roland ha registrato una quota di mercato del 3,6% e spedito 2.700 unità nel corso del trimestre, mentre Ricoh deteneva una quota di mercato del 2,5%.

ricoh

Ricoh sostiene che Kodak ha violato sette brevetti relativi alla produzione e alla vendita di stampanti.

Ricoh ha depositato una querela contro Kodak per la violazione di sette brevetti di alcune stampanti.

I brevetti in causa sono i numeri di brevetto USA 6.209.048, 6.231.652 B1; 6.256.662 B1, B2 7.344.326, 7.508.533 B2; 7.712.989 B2, e 7.719.702 B2.

Un certo numero di querele sono state recentemente depositate contro Kodak, tra cui uno a gennaio da Kyocera, che ha citato in giudizio la Kodak per oltre 15 brevetti su fotocamera e stampante,.

Sicuramente Kodak sarà costretta a risarcire i due marchi in questione.

ricoh

La Ricoh immette sul mercato due nuove multifunzioni, la C300HW MP e MP C300HT, specifiche per l’assistenza sanitaria.

Queste nuove multifunzioni sono in grado di stampare e fotocopiare 32 pagine al minuto.  Con queste macchine, le organizzazioni sanitarie possono migliorare i risultati, nonostante l’aumento dei costi.

La MP e MP C300HW C300HT consente agli utenti di eseguire la scansione di documenti direttamente ai sistemi del cliente sicure-mail, cartelle, siti FTP, server di documenti e archivi. Con l’MP C300HW, le organizzazioni sanitarie possono stampare braccialetti dei paziente dalle cartelle cliniche elettroniche a basso costo. I Braccialetti trasportano informazioni compresi i codici a barre, avvisi colorati, foto dei pazienti ecc.

I nuovi vassoi carta sono in grado di ospitare braccialetti e altri carte speciali senza causare errori di tirature

27 marzo 2013

fotocopiatrice ricohRicoh conferma che di aver eliminato il nome Aficio per consentire una comunicazione “più snella” con i clienti.

Subito dopo l’uscita dei nuovi modelli appena rilasciati “MFP Ricoh” in Giappone, si è notato immediatamente che  mancava il nome “Aficio” successivamente si è scoperto che Ricoh non utilizzerà più il nome sui suoi prodotti a partire dal febbraio 2013.

Ricoh ha anche detto che “mira a rendere più semplice il riconoscimento del marchio ricoh per tutti i suoi clienti.

Un logo restyling, è stato introdotto da Ricoh nel 2012 ed è stato realizzato per catturare “l’essenza dell’approccio di Ricoh – sempre andare avanti con nuove idee per migliorare il business dei nostri clienti, e la comprensione che il cambiamento è guidato dal potere dell’immaginazione collettiva che esiste all’interno di una organizzazione “.

Il nome Aficio, che è stato introdotto dalla società nel 1996, non è il primo nome ad essere stato eliminato da Ricoh, gia il marchio “Gestetner” nel 2007 è stato eliminato e pochi anni fa sono stati aliminati anche i marchi Lanier e Infotec.