Cosa sono le royalty?

Cosa sono le royalty di un franchising? è una domanda molto ricorrente e noi siamo qui per fare un pò di chiarezza.

Le royalty sono delle somme in denaro che vengono versate da chi si affilia al franchising nei confronti del franchisor (la società che gestisce il marchio a cui si decide di affiliarsi).

Pertanto a seconda del tipo di contratto possono essere applicate Royalty fisse e/o Royalty sul fatturato

Perché si devono versare le royalty?

Premesso che le royalty non vengono sempre richieste da tutti i franchisor (ci sono marchi che non richiedono royalty), ma come in tutte le cose ci sono i pro e i contro. Ma questo lo andremo a vedere più avanti.

Ritornando alla domanda “perchè si devono pagare le royalty?”, ci sono tanti motivi per cui si richiede il pagamento della royalty.

Di seguito vediamo alcuni dei principali motivi per cui un franchisor richiede il pagamento di una royalty:

  • Assistenza prima durante e dopo l’affiliazione
  • Formazione
  • Supporto tecnico, commerciale, gestionale e amministrativo
  • Consulenza
  • Pubblicità locale
  • Pubblicità nazionale
  • Area di esclusiva

Come avete visto i motivi per richiedere un Royalty sono tanti e vari.

Cos’è una royalty fissa?

Una royalty fissa è una quota mensile già prestabilita tra il franchisor e il franchise in modo che il franchise ha gia ben chiaro fin da subito l’importo che dovrà pagare ogni mese senza sorprese.

Cosa sono le royalty sul fatturato?

A seconda del tipo di contratto in franchising che si stipula, il franchisor può chiedere una royalty sul fatturato annuo o mensile ad esempio può anche capitare che un franchisor richieda sia una royalty fissa e una sul fatturato.

Per chi vuole intraprendere una nuova attività partendo da zero e affiliandosi ad un marchio in franchising preferirebbe sempre non pagare nessuna royalty, ma bisogna specificare il fatto che più grande è il marchio più possibilità ci sono che le royalty sono alte, perché un grande marchio investe molto nell’immagine e in pubblicità e grazie al contributo di tutti i suoi affiliati riesce a supportare delle spese altissime per l’immagine del marchio stesso.

Ad esempio fare una campagna pubblicitaria televisiva o radiofonica a livello nazionale ci sono dei costi proibitive per un singolo negozio, cosa molto diversa se in una rete di franchising ogni singolo affiliato contribuisce nel suo piccolo alla compagna pubblicitaria.

Perché alcuni franchising non fanno pagare la royalty?

Anche qui i motivi perché alcuni franchising non fanno pagare le royalty sono vari. Proviamo ad elencarne alcuni.

  • Il franchising è giovane e vuole crescere in fretta
  • Nasconde le royalty nei prezzi che applica sui prodotti
  • Non garantisce tutti i servizi (assistenza, formazione, consulenza, pubblicità etc)
  • Non da aree di esclusiva

Se si decide di affiliarsi ad un franchising senza royalty poi non ci si può lamentare delle mancanze stesse che ci possono essere un rapporto di lavoro/franchising/collaborazione.

In conclusione non sappiamo se ci sono franchising con oltre dieci anni di attività che non richiedono nessuna royalty senza una delle motivazioni sopra elencate e non è nostro compito saperlo

Quindi conviene pagare le royalty?

Come già detto in precedenza un buon marchio in franchising fa pagare le royalty perché investe le royalty per migliore l’immagine del marchio.

Tuttavia un franchising che non fa pagare le Royalty può essere visto come un risparmio ma non ci si può lamentare delle mancanze stesse che ci possono essere un rapporto di lavoro/franchising/collaborazione.

Secondo noi un franchising che fa pagare le royalty ha maggior affidabilità di uno un franchising che non le fa pagare

Dottor ink chiede Royalty?

Il nostro marchio chiede delle royalty mensile fisse e da oltre 10 anni siamo in continua evoluzione ad esempio abbiamo 4 siti e-commerce che lavorano per i nostri affiliati dove un cliente può ordinare online e ritirare presso il punto vendita.

Inoltre abbiamo oltre 160 punti vendita in tutta Italia

Nel 2019 abbiamo siglato un contratto con il nuovo testimonial pubblicitario, il comico Marco Capretti fino al 2023.

Abbiamo accordi (alcuni in esclusiva) con decine e decine di marchi importanti come ad esempio Panini, Bic, Fibracolor, Nexive, Hp, Xerox, Canon, Idea Energia, Fotoservice, Ram & Rent, Print & Colors, DIpay etc.

In conclusione potremmo stare qui delle ore a descrivere quello che facciamo e chi siamo, ma non è questo il posto giusto. Potete visitare il nostro sito e trovare tantissime informazioni sull’argomento, allo stesso modo potete contattarci per qualsiasi delucidazione.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.